Per quale ragione tendiamo a non vivere soli?

di AM il 2 agosto, 2012

Secondo l’antropologa americana Margaret Mead “uno dei più antichi bisogni dell’essere umano è avere qualcuno che si domandi dove sei quando la sera non torni a casa”.

Ci avevi mai pensato?

{ 4 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Lorenzo agosto 2, 2012 alle 13:58

La domanda attiene al coniugio o alla vita sociale ?

Rispondi

AM agosto 2, 2012 alle 14:04

Direi senz’altro al coniuge.

Rispondi

Principessa agosto 2, 2012 alle 15:06

Direi che attiene a chi vive con noi (coniuge, compagno, amica/amico, genitori, ecc. ecc.)

Rispondi

Alessandra agosto 2, 2012 alle 16:06

Non sono molto d’accordo.
Chi sceglie di condividere i propri spazi con altre persone lo fa per un bisogno di appagamento emotivo, di condivisione, di socializzazione.
A preoccuparsi se non torni a casa la sera c’è sempre la mamma… anche di chi vive da solo.
Vi pare?

Rispondi

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: