L’ascolto è uno dei tuoi punti di forza?

di AM il 28 gennaio, 2014

test ascolto

Allora certamente non avrai bisogno del test che sto per proporti (estratto dal mio corso e-learning Migliorare l’ascolto) e puoi dedicarti alla lettura di un altro post.

Se invece pensi che l’ascolto rappresenti per te “un’area di miglioramento”…

… allora prosegui pure.

Rispondendo a 20 domande, potrai avere in soli 15 minuti una misura della tua efficacia, accrescendo la consapevolezza dei tuoi punti di forza e dei punti sui quali lavorare.

Potrai fare il test gratuitamente fino al giorno 8 febbraio 2014!

Vuoi cimentarti? Ad accompagnarti sarà una docente davvero… speciale!

Se al termine del test uoi sapere di più del corso e-learning Migliorare l’ascolto puoi fare clic su questo collegamento: se invece sei interessato a corsi e-learning diversi puoi andare catalogo dei corsi disponibili.

Al termine del test, puoi lasciare un commento?

Buon lavoro!

 

{ 3 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Ada Cannaviello gennaio 28, 2014 alle 12:21

Ciao Ilaria e Arduino,
ho fatto il test e ho solo una perplessità sull’opportunità di prendere appunti durante una conversazione. Sono d’accordo se mi trovo in una riunione di lavoro ma se parlo col mio capo o con un collega o con un cliente che faccio, tiro fuori il taccuino come il tenente Colombo? Capisco che sia utile però forse va un po’ contestualizzato… Grazie, Ada

Rispondi

AM gennaio 28, 2014 alle 12:34

Ciao Ada,
rispondo anche a nome di Ilaria.
Vero, le cose vanno contestualizzate: ci sono occasioni nelle quali tirare fuori il taccuino può sapere di ridicolo.
Tuttavia, quando l’argomento è corposo e le informazioni numerose non ho nessuna remora a prendere appunti (con collega, capo o cliente): e non disturba neanche il mio interlocutore, che interpreta l’atteggiamento come segnale di attenzione.
Aggiungo anche che quando sono dal Cliente:
– se lo conosco bene prendo comunque appunti;
– se la conoscenza non è approfondita (o se è il primo incontro) chiedo se abbia nulla in contrario al fatto che io prenda appunti, cpsa che mi aiuterebbe a tenere traccia della conversazione.
Non ho mai registrato dinieghi.
Grazie del contributo: rileggerò la diapositiva per verificare l’esigenza di una migliore contestualizzazione.
A presto leggerti,
Arduino

Rispondi

Liliana Vezzolla gennaio 28, 2014 alle 17:17

Carissimo Arduino, condivido la perplessità di Ada in merito alla “universalizzazione” del prendere appunti per rendere l’ascolto efficace. In effetti, sebbene abbia risposto negativamente, quando sono da clienti o assisto a seminari o lezioni è mio uso prendere appunti, specie con la mappe mentali. Complimenti e grazie, come sempre, per la tua gentilezza. A presto.

Rispondi

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: