Conosci il manager… pinguino?

di AM il 7 ottobre, 2014

Il brevissimo video che ti presento, piuttosto comune in rete, mostra un pinguino che vorrebbe tuffarsi in acqua ma esita:

cerca il punto più adatto, più volte è sul punto di buttarsi ma poi ci ripensa.

Finalmente, dopo tante esitazioni, si lancia suscitando l’ilarità generale.

Questo filmato mi ha ricordato certi manager paralizzati di fronte alle decisioni, più o meno difficili, che hanno la responsabilità di prendere: esitano, sono presi da mille dubbi, rinviano continuamente.

Spesso arrivano a un passo dall’azione; quando pensi che finalmente sia la volta buona li vedi tornare sui loro passi.

E se il tuffo arriva è perché ad esso non c’è alternativa; la goffaggine alla quale spesso il salto si accompagna non manca di suscitare l’ironia o addirittura l’ilarità di quanti osservano.

Già, perché certi manager, come i pinguini, non possono volare; ma i pinguini lo sanno.

Conosci qualche manager pinguino?

{ 4 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Elisabetta agosto 9, 2017 alle 21:42

Purtroppo vacanze finite … Si ho conosciuto un responsabile pinguino. Il mio ex collega che, prima di agire, doveva pararsi quel posto dove non batte il sole e poi esitava ancora. La rabbia peggiore che, a parità di grado, lui era più considerato di me sia economicamente che professionalmente. Super protetto dall’A.C.

Rispondi

AM settembre 1, 2017 alle 07:44

Ciao Elisabetta,
sono cose piuttosto comuni, purtroppo, perché la valutazione di una persona tiene spesso conto di parametri diversi dalla preparazione e dalla gestione del ruolo.
Quello più comune? Il bisogno di affiliazione, che ho descritto in questo post http://www.tibicon.net/2016/07/un-esempio-di-bisogno-di-affiliazione.html
Grazie del commento e a presto leggerti.
Arduino

Rispondi

DEBORA agosto 30, 2017 alle 16:26

Se si osserva bene il pinguino in realtà sembra sia scivolato perché alla fine dopo tante esitazioni ha messo male la zampina destra…..qualche volta dopo tanti rinvii il caso può contribuire a sbloccare la situazione!

Rispondi

AM settembre 1, 2017 alle 07:46

Acuta osservazione Debora.
Grazie del commento e a presto leggerti.
Arduino

Rispondi

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: