Il mondo andrà avanti, anche quando non sarai più in sella!

di AM il 11 marzo, 2015

consolarsi
Stamattina ho deciso di proporti questo passo di Madame de Staël, tratto dal romanzo Corinne.

Le idee nuove spiacciono alle persone d’età; ai vecchi piace credere che il mondo non ha fatto altro che perdere, in luogo d’acquistare, da quando loro hanno cessato di essere giovani.

Un pensiero che può adattarsi a persone e circostanze diverse.

A me evoca un atteggiamento, piuttosto fastidioso, che vedo ripetersi con frequenza fra coloro i quali si sono ritirati dopo aver occupato una posizione di potere; specie nelle imprese.

Costoro, faticano ad accettare il fatto che il mondo andrà avanti anche senza di loro; e non è detto che sarà peggiore.

Non credi?

PS: non credere che io ne sia stato immune…

{ 2 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Cesare marzo 11, 2015 alle 16:20

Diceva Clemenceau: “Les cimetières sont pleins de gens irremplacables, qui ont tous été remplacés” (“I cimiteri sono pieni di persone insostituibili, che sono tutte state sostituite”).
E questo vale soprattutto sul lavoro, quando uno se ne va è come se avesse lasciato orme sulla spiaggia, in breve l’acqua e la sabbia le cancellano. Le competenze si sostituiscono, le persone, tranne rari casi, si dimenticano: i colleghi del resto sono tali, di rado sono anche amici.
Arrivano nuove persone, che soprattutto se più brave o più giovani (non necessariamente le due cose coincidono), troveranno un altro modo di fare le cose.
Dispiace, certo, se in quell’azienda hai trascorso un pezzo di vita, ma è giusto così, le persone si affezionano alle aziende ma le aziende non possono e non devono affezionarsi alle persone.

Rispondi

Francesca marzo 18, 2015 alle 11:45

E ti dirò di più: Dio ci guardi dagli insostituibili (o, meglio, presunti tali!). Quando per raggiunti limiti di età i “miti” sono costretti ad andare via… ecco che scoppiano alibi a mai finire:… non si può più fare,manca un punto di riferimento, non si capisce più niente, il nuovo ha cambiato tutto: datemi il tempo… ecc. Molto “puntuale” e anche divertente la citazione di Clemanceau ricordata da Cesare!

Rispondi

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: