Perché la menzogna è tanto più rapida della verità?

di AM il 21 marzo, 2017

iNTRIGANTE

In una celebre citazione Mark Twain affermava che…

… una menzogna può fare il giro di mezzo mondo, mentre la verità sta ancora allacciandosi le scarpe.

Cosa che trova numerosi riscontri nella vita quotidiana, dal giornalismo all’informazione professionale, fino all’estremo della calunnia.

Perché tutto questo accade?

Quali sono gli aspetti che danno forza alla menzogna, a tuo avviso?

Ho ripreso la citazione da questo libro.

{ 3 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

fausto marzo 21, 2017 alle 18:12

Opinione personale è che uno dei motori della menzogna di turno è il sottile godimento che proviamo quando “l’altro” viene colpito, sminuito, ridimensionato, atteggiamento che spesso fa il paio con il sentirsi così migliori del destinatario della menzogna (vip, società, potente che sia). Quindi ben felici di trovare la menzogna in prima pagina, contribuendo magari a propagarla, e poco inclini a cogliere l’eventuale smentita, che rimetta quindi la vittima di nuovo sul piedistallo e tolga a noi il diritto di sentirci migliori.

A conferma ricordo che la menzogna è praticamente sempre negativa, distruttiva della credibilità del soggetto, o se riferita a situazioni più che ai soggetti essa allora strizza l’occhio alla pancia delle persone, assecondando l’immancabile “lo dicevo io”.

Cercare e/o trovare la smentita contraddice le nostre convinzioni, quindi chi ha fretta di percorrere questa strada?

Rispondi

AM marzo 24, 2017 alle 12:44

Ciao Fausto,
hai toccato un punto importante a vantaggio della menzogna: si è alleata con la pigrizia.
Per il resto, credo che la tua analisi sia almeno condivisibile.
A presto leggerti,
Arduino

Rispondi

cinzia aprile 4, 2017 alle 17:25

ciao,
sono d’accordo, alleata con pigrizia e anche molta superficialità.

Cinzia

Rispondi

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: