Perché non dire subito che hai cambiato lavoro?

di AM il 7 febbraio, 2018

domanda scomoda

Oggi voglio parlarti di un comportamento piuttosto diffuso: cambiare lavoro senza aggiornare il profilo su LinkedIn, lasciando ancora il nome della vecchia azienda durante il periodo di prova.

Ho conosciuto diverse persone che si sono comportate in questo modo e ad alcune ne ho chiesto le ragioni.

La risposta che ho ricevuto è più o meno la stessa: per scaramanzia è bene non dire che lavori in un posto prima di aver superato il periodo di prova, anche per evitare l’imbarazzo delle spiegazioni in caso ti ritrovassi a piedi.

Convincente? Ho qualche riserva.

Un atteggiamento del genere tradisce scarsa fiducia in sé e fa trasparire una fragile convinzione nella scelta fatta: lasciando spazio addirittura alla fastidiosa ipotesi di essersi lasciati alle spalle una porta aperta.

Una bella mina sotto il nascente rapporto con la nuova azienda: proprio come accade nella vignetta.

Insomma, quando cambi lavoro fallo con consapevolezza e affronta la nuova sfida con impegno, determinazione ed entusiasmo: lasciandoti alle spalle il passato.

E se dovessi fallire, non superando il periodo di prova?

Beh, allora ti rialzerai e affronterai la situazione, che non sarebbe stata migliore se non avessi aggiornato il tuo profilo su LinkedIn.

Non credi?

{ 2 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Stefano febbraio 21, 2018 alle 14:36

Ciao Arduino,
credo tu abbia ragione.
Una caratteristica che dovremmo maggiormente sviluppare secondo me, e che riguarda molti ambiti della nostra vita, è la “consapevolezza” e la “responsabilità” delle nostre azioni.

Rispondi

AM febbraio 27, 2018 alle 22:34

Ciao Stefano,
non riesco a contraddirti.
A presto leggerti,
Arduino

Rispondi

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: