Change

change

Sulla formazione e la soluzione dei problemi

P. Watzlawick, J.H. Weakland, R. Fisch – traduzione di M. Ferretti – Astrolabio – 1974 – 176 pagg

 

Puoi acquistare il libro su Amazon.it

 

Quante volte avete tentato di dare soluzione a un problema senza venirne a capo, anzi creando situazioni nuove, ancora più complicate?

Quante volte avete cercato di indurre un cambiamento sostanziale in una situazione indesiderata senza riuscirvi?

Quante volte avete provato a utilizzare razionali tecniche di problem solving, andando miseramente a cozzare contro il muro della persistenza dell’ostacolo?

Se la vostra risposta ad almeno una di queste domande non è “mai” allora non vi dispiacerà accogliere un consiglio.

Alla prima occasione regalatevi e regalate “Change, sulla formazione e soluzione dei problemi”, un libro che Paul Watzlawick (uno dei miei autori preferiti) ha scritto con i colleghi Fisch e Weakland del Mental Research Institute di Palo Alto.

Un libro pubblicato in Italia da Astrolabio nel 1974 che rappresenta un classico della gestione del cambiamento.

Un libro dal quale partire per un viaggio che potrà portarvi ad acquisire tecniche che permettono imparare a risolvere i problemi senza crearne di nuovi, a utilizzare l’apparente insensatezza del paradosso per indurre il cambiamento, a diventare consapevoli che la migliore soluzione di un problema è quella di imparare a non generarne.

Con un’avvertenza: questo libro non è un manuale e non rappresenta una scorciatoia. La strada che porta alla crescita personale passa sempre e comunque dal duro lavoro personale.


INDICE

Prefazione
Introduzione

PARTE  PRIMA –  PERSISTENZA  E  CAMBIAMENTO
1. La prospettiva teorica
2. La prospettiva pratica

PARTE SECONDA – LA FORMAZIONE DEI PROBLEMI
3.  ‘Più di prima’, ovvero: quando la soluzione è il problema …
4.  Le semplificazioni terribili
5.  La sindrome da utopia
6.  Paradossi

PARTE  TERZA – LA  SOLUZIONE  DEI  PROBLEMI
7.  Cambiamento
8.  La sottile arte della ristrutturazione
9.  La pratica del cambiamento
10. Esempi
Meno di prima; Disoccultare l’occulto; Pubblicizzare anziché nascondere; I grandi effetti di piccole cause; L’invenzione di Bellac; L’utilizzazione della resistenza; Accuse inconfutabili e dinieghi indimostrabili; Sabotaggio benevolo; I benefici della disattenzione; Problemi negli studi; Come trattare le utopie; II patto col diavolo
11. Gli orizzonti del cambiamento

Riferimenti bibliografici

Puoi acquistare il libro su Amazon.it

{ 1 commento… leggilo qui sotto oppure aggiungine uno }

Michele aprile 11, 2016 alle 18:01

Grazie per la segnalazione. Leggerti è sempre fonte d’ispirazione

Rispondi

Lascia un commento