La nobile arte dell’insulto

La nobile arte dell'insulto

L. Shiqiu – a cura di/trad. di G. Magi – Einaudi – 2011 – 52 pagg.

 

Puoi acquistare il libro su Amazon.it

 

Questo piccolo trattato è stato scritto da Liang Shiqiu (Pechino 1902 – Taipei 1987), grande traduttore in cinese dell’opera completa di Shakespeare che influenzò milioni di persone nel suo paese, nel 1926.

Esso rappresenta un vademecum di strategie per avere la meglio discussioni o dispute, scritto con ironia e umorismo da persona che ha della vita una conoscenza disingannata e conosce l’arte del “navigare” nel mondo.

Vediamo di seguito un passo.

Quando si rivolgono critiche a qualcuno, bisogna farlo in una lingua infinitamente sottile il cui senso rimanga implicito. Conviene evitare che l’avversario si renda conto fin dalle prime parole che lo si sta criticando: è solo al termine di un certo tempo di riflessione, a poco a poco, che questi giunge a prendere consapevolezza che le parole rivoltegli erano tutt’altro che benevole.
Lo si metta a suo agio, cosicché il suo viso dapprima sorridente, viri poi dal bianco al rosso, dal rosso al violaceo, infine dal violaceo al grigio plumbeo.
Questo è il più alto grado nell’arte dell’insulto.

Un approccio molto diverso, quindi, da quello al quale siamo abituati: il discorso diretto, pane al pane, è sostituito da una strategia circolare, avvolgente, che costringe l’interlocutore a impiegare energie nella comprensione e lo rende consapevole della sconfitta solo dopo che questa è maturata.

Altro elemento essenziale è il controllo: l’insulto “artistico” non è compatibile con la rabbia o l’essere “fuori di sé”, perché non tutte le persone meritano di essere insultate.

Per concludere una riflessione: la tecnica dell’insulto, così come ci è presentata dall’autore, presenta caratteristiche non troppo dissimili da quelle di un feedback di comunicazione con le caratteristiche del cazziatone.

Nella forma e nella tecnica proposta dall’autore la stessa tecnica può essere impiegata nel feedback verso il capo o verso la persona potente, riducendo il rischio di conflitto e nello stesso tempo inviando il messaggio.
Imperdibile.

Vi presento anche un video trailer del libro.

Di seguito il contenuto del libro, che potremmo definire “I 10 comandamenti dell’insulto”.

Indice

1 – Conoscere se stessi, conoscere gli altri
2 – Non insultare chi non è al nostro livello
3 – Sapersi fermare al momento giusto
4 – Colpire di fianco, attaccare obliquamente
5 – Contegno pacato
6 – Servirsi di espressioni e di maniere eleganti
7 – Ritirarsi per avanzare
8 – Presupporre e stare in agguato
9 – Fare molto con pochi argomenti
10 – Allearsi ai lontani per attaccare i vicini

 

Puoi acquistare il libro su Amazon.it

{ 3 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

biagio ottobre 25, 2014 alle 22:17

Dall’indice traspare l’arte della guerra di Sun Tzu…….mi sembra interessante….

Rispondi

Alessandra Iolanda agosto 11, 2017 alle 14:14

Oggi più di ieri, Arduino, questo libro è interessante. A quando una tua personale riflessione sul tema molto attuale, in Azienda è fuori?

Rispondi

AM agosto 28, 2017 alle 13:55

Presto Alessandra, presto.
Intanto, ecco un post che ho scritto sul tema: al quale dedicherò l’ultimo numero della newsletter estiva.
http://www.tibicon.net/2016/09/quando-la-lode-fa-piu-male-di-un-pugno.html
A presto leggerti,
Arduino

Rispondi

Lascia un commento