Libere disobbedienti innamorate – In Between

Libere, disobbedienti, innamorate 200Regia di Maysaloun Hamoud – 2016 – Israele, Francia – 96 min

Cast

Sana Jammelieh, Shaden Kanboura, Mouna Hawa, Mahmud Shalaby, Riyad Sliman

Trama

Il film racconta la storia di tre giovani donne palestinesi, molto diverse fra loro, che vivono a Tel Aviv.

Salma lavora come disk jockey e per sbarcare il lunario durante il giorno si arrangia come inserviente in un ristorante; Salma è omosessuale, cosa della quale ha sempre tenuto all’oscuro la famiglia.

Leila è un avvocato penalista che conduce una vita indipendente e che ha una concezione paritaria del rapporto di coppia; una concezione che il suo compagno fatica, molto, a sostenere.

Noor è una studentessa di informatica di fede musulmana e nativa di Umm al-Fahm, città israeliana popolata in larga parte da arabi israeliani, di fede islamica. Noor è fidanzata con Wissam, anch’egli di fede musulmana e decisamente radicale, che non vede di buon occhio il fatto che la sua promessa sposa viva con Leila e Salma, due persone intellettualmente emancipate e libere: troppo libere per i suoi gusti.

Le vicende personali metteranno a dura prova le protagoniste, che troveranno in sé stesse e nella loro amicizia la forza di affrontare un momento di passaggio (In between il titolo originale del film) complicato e di proseguire coraggiosamente verso un futuro in linea con la visione che ciascuna ha di sé.

Altro non ti dico sulla trama. Aggiungo solo che la pellicola è l’opera prima di Maysaloun Hamoud e che è stata premiata all’Haifa International Film Festival.

Ora, alcune scene del film, poi alcune considerazioni.

Come guardare il film

Un film semplice, essenziale, pieno di passione, energia e voglia di vivere una vita che non sia una vita qualunque; una pellicola israeliana in lingua araba che mira ad abbattere le barriere, a guardare una realtà quotidiana fatta di donne discriminate e di uomini che “non ce la fanno” a vivere rapporti basati sulla pari dignità.

Gli aspetti sui quali voglio attirare la tua attenzione sono questi:

il valore dell’amicizia fra persone completamente diverse, tuttavia capaci di confrontarsi su temi che le vedono distanti e di trovare quella solidarietà che permetterà loro di aiutarsi nei momenti più complicati;

il valore della ribellione a modelli sociali che arrivano, spesso silenziosamente, a limitare sia le scelte sia la libertà delle donne;

una concezione economica del rapporto fra i sessi, in base alla quale la vita di coppia rappresenta uno scambio fra prestazioni sessuali e lavori domestici da una parte e denaro, sotto forma di mantenimento, dall’altra;

il rifiuto dell’omosessualità, vissuta come colpa, vergogna e fattore emarginante anche all’interno della famiglia.

Per concludere, l’aspetto più interessante del film sta proprio nella capacità di Noor, Leila e Salma di reagire, rialzarsi dopo la caduta e riorganizzare la propria vita.

Già, quello che ci presenta Maysaloun Hamoud è una bellissima pellicola sulla resilienza femminile.

Da non perdere.

Se vuoi approfondire il tema della visione del rapporto di coppia come scambio economico fai clic qui.