Essere creativi

Come far nascere nuove idee con le tecniche del pensiero laterale

E. De Bono – trad. di S. Mosca – Il Sole 24 Ore – 2009 – 394 pagg

 

Puoi acquistare il libro su Amazon.it

 

Per migliorarsi, ottenere successo nel lavoro e affrontare in modo innovativo le situazioni professionali, efficienza e competenza non bastano. C’è bisogno di un altro elemento essenziale: la creatività.

Edward De Bono, da trent’anni insegna a sviluppare tecniche specifiche per far nascere nuove idee, convinto che la creatività non sia una dote innata e che le idee non nascano per caso o per “ispirazione”.

Il suo pensiero laterale è una “forma strutturata di creatività”, che può essere usata in modo sistematico e deliberato; una tecnica per risolvere problemi che utilizza metodi apparentemente illogici, ma in realtà basati sulla logica più profonda dei meccanismi della percezione.

Essere creativi è quindi un vero e proprio strumento di lavoro per generare nuove idee e “fare creatività”.

Non ci può essere miglioramento senza cambiamento” è il suo credo.

Non ci può essere innovazione senza un approccio creativo ai problemi e alle opportunità“.

Un invito non solo agli uomini d’azienda, ma a tutti coloro che vogliono migliorarsi e imparare ad affrontare le situazioni in modo innovativo nel lavoro e nella vita di tutti i giorni.

INDICE

Prefazione di Claudio Nutrito
Introduzione

Parte prima
LA NECESSITÀ DEL PENSIERO CREATIVO

Valore d’uso
Comprensione della natura e della logica della creatività
Focalizzazione e intuizione
Strumenti e tecniche

La necessità teorica della creatività
II modello della creatività
La trappola della sequenza temporale

La necessità pratica della creatività
II taglio dei costi e i programmi di miglioramento della qualità
Gestione conservativa
Concorrenza e sur/petizione
Altri settori

Informazione e creatività
La ricerca di una spiegazione
L’analisi di mercato
II futuro
Concetti guida
Ingredienti
La raccolta delle informazioni

Errate concezioni della creatività
1. La creatività è un talento naturale e non può essere insegnata
2. La creatività è prerogativa esclusiva dei ribelli
3. Emisfero destro/emisfero sinistro del cervello
4. L’arte, gli artisti e la creatività
5. La liberazione
6. L’intuizione
7. La necessità della “follia”
8. Il successo casuale
9. La creatività a piccoli passi o a grandi salti
10. Il gruppo o l’individuo
11. L’intelligenza e la creatività

Le fonti della creatività
L’innocenza
L’esperienza
La motivazione
II giudizio finalizzato
Caso, avvenimenti fortuiti, errori e pazzia
Stile
Liberazione
II pensiero laterale

II pensiero laterale
II pensiero laterale e la creatività
Terminologia

Percezione ed elaborazione
Limiti della percezione
La logica acquea
La logica della percezione

II progetto e l’analisi
Metodi di progettazione

L’applicazione pratica del pensiero creativo
Miglioramento
La soluzione dei problemi
Valore e opportunità
II futuro
La motivazione

Parte seconda
TECNICHE E STRUMENTI DEL PENSIERO LATERALE

I sei cappelli per pensare
II cappello bianco
II cappello rosso
II cappello nero
II cappello giallo
II cappello verde
II cappello blu
Al posto della dialettica
L’ego e l’espressione del pensiero
La negatività persistente
Lo spazio per il pensiero positivo e creativo
II gioco
I cappelli non sono categorie
L’impiego occasionale
L’impiego sistematico

La pausa creativa
Lo sforzo creativo
La pausa
Motivazione
Uso della pausa creativa
Essere pro-attivi

La focalizzazione
La focalizzazione semplice
La focalizzazione specifica
Area generale di focalizzazione
La focalizzazione finalizzata
Occasioni di focalizzazione
Focus molteplice
Definizioni alternative
Riformulazione del focus
II problema di fondo
Quante informazioni?

La sfida
La fase successiva
Perché e ancora perché
Analisi della continuità
La liberazione
Sfida dei concetti e delle idee
Sfidare i fattori formativi

Alternative
Fermarsi per cercare alternative
Le alternative sono disponibili
La ricerca di ulteriori alternative
Cercare e generare alternative
Il punto fisso

Il ventaglio di concetti
Costruire un ventaglio di concetti
Alternative provocatorie
Valutazione

I concetti
Dall’idea al concetto
La natura dei concetti
Tipi di concetti
Lavorare con i concetti

Provocazione
La provocazione e le ipotesi
Il processo bifase

Il movimento
L’utilizzo del “movimento”
Le tecniche del movimento
Possibili risultati del movimento
Fiducia

Come predisporre le provocazioni
Origine delle provocazioni
Il metodo della fuga
Il metodo della pietra di guado

L’entrata casuale

Le tecniche di sensibilizzazione
Stratali
La tecnica del filamento

L’applicazione delle tecniche del pensiero laterale
Impiego generale delle tecniche
Impiego specifico delle tecniche
Tipologie basilari di pensiero
Situazioni specifiche
I sei cappelli per pensare

II tempo della raccolta

II trattamento delle idee
Scarto frettoloso delle idee
II modellamento delle idee
Idee confezionate su misura
Potenziamento delle idee
Rinforzare le idee
Avviamento delle idee
II confronto
Manchevolezze e difetti
Conseguenze
Verificabilità
Valutazione

Risultati formali

Lavoro di gruppo o individuale
Combinazioni

Parte terza
L’APPLICAZIONE DEL PENSIERO CREATIVO

L’applicazione

Creatività di tutti i giorni/creatività specifica
La creatività di tutti i giorni
La creatività specifica

L’Elenco dei Bersagli Creativi

L’introduzione della creatività

Responsabilità
II paladino di processo
II gestore dei concetti
II Centro per la Creatività
La rete
L’ufficio risorse umane
I formatori

Strutture e programmi
I circoli di qualità
Qualità, miglioramenti continui e riduzione dei costi
II Centro per la Creatività
R&S dei concetti
L’Elenco dei Bersagli Creativi
II file Cloud “9”
II Foglio dei Compiti Creativi
Verifica delle Opportunità
Sessioni creative regolari
La formazione e i formatori
Facilitatori
II programma FAT/CAT ™
Gingillarsi

La formazione
Le esigenze della formazione
Forme di addestramento
Distribuzione del tempo

Modalità d’impiego
Impiego istantaneo
Impieghi individuali
Impieghi di gruppo
Registrazione
Strutture di gruppo

Valutazione
Categorie finali
Considerazioni primarie
Fattori essenziali
Posizioni di ripiego
Sperimentabilità
Rischio
La decisione finale
Far funzionare un’idea

Riepilogo
Punto 1
Punto 2
Punto 3
Punto 4
Punto 5
Punto 6

Appendice 1 – Le tecniche del pensiero laterale
I sei cappelli per pensare
La pausa creativa
Il focus semplice
La sfida
Alternative
Il ventaglio dei concetti
Concetti
Provocazione e movimento
Provocazioni derivate
Provocazioni evasive
Provocazioni con pietra di guado
L’entrata casuale
Movimento
Gli sfratali
La tecnica del filamento

Appendice 2 – Note sull’uso delle tecniche del pensiero

Appendice 3 – Checklist per la raccolta

Appendice 4 – Checklist per il trattamento delle idee

Postfazione – Tessera, l’isola della creatività
Indice analitico

 

Puoi acquistare il libro su Amazon.it


{ 0 commenti… aggiungine uno adesso }

Lascia un commento