t post

Il decalogo del project manager – Introduzione

14 Aprile 2008 | di Arduino Mancini Il project manager? Mestiere complicato

Enrico Longo è un project manager. Di quelli veri.

Di quelli che quando le cose non vanno ti si siede davanti e dice:” Se vuole posso raccontarLe che fra 10 giorni Le consegnerò la soluzione bella e impacchettata. Ma non è così. Preferisco dirle esattamente come stanno le cose e che l’unica via d’uscita è che noi due ci sediamo a tavolino e ci mettiamo a lavorare“.

Ho conosciuto Enrico quando lavoravo per Zivago. Lui era project manager in Ibm ed ereditava una situazione difficile. In pochi mesi riuscimmo ad uscirne e, devo dire con franchezza, parte rilevante del merito fu suo e di Corrado Tomasina, l’uomo che allora in Zivago curava lo sviluppo software.

Ho pensato che nessuno meglio di lui potesse gestire una discussione sul project management: Enrico ha preparato un decalogo che pubblicheremo nei prossimi giorni e che egli stesso introduce brevemente.

Quando Arduino mi ha chiesto di contribuire al suo blog, ho pensato di trarre dalla mia esperienza qualcosa di significativo, sperimentabile direttamente sul campo.

 

Fedele al dettame per cui non bisogna svelare tutto subito, ho pensato di ripiegare sull’aneddotica. Sfortunatamente sono sprovvisto di ‘vis comica’ e fin da piccolo a raccontare barzellette facevo una figura penosa.

 

Alla fine ho deciso di passare a ciò che mi riesce meglio: la critica feroce.

In effetti, data la considerazione di cui godono i project manager oggi, soprattutto nel Terziario, è come sparare sulla croce rossa.

Dappertutto si trovano detrattori del PM che, sprezzanti, sciorinano luoghi comuni sulla insignificanza della sua figura. Ne ho raccolti e commentati alcuni fra i più diffusi: il panorama che ne scaturisce non è dei più esaltanti.

 

Sono tuttavia convinto che i ‘veri’ PM sapranno riconoscere qualcosa della loro vita professionale in quello che leggeranno.

 

Questo potrebbe bastare ad attrarli. O a perderli per sempre.

Enrico Longo

(No Ratings Yet)
Loading...
Commenti
Laura 18 Novembre 2012 0:00

Sono curiosa di leggere il Decalogo (che poi sottoporrò subito ai miei PM di fiducia per dei commenti “da esperti”)!!!
Un vero PM non è cosa facile a trovarsi…(viene subito dopo le persone coerenti e il Vero Amore!!! :-D)
Per questo già sono un po’ fan di Enrico Longo! 😉

Enrico 20 Novembre 2012 0:00

Laura,
mi permetto di risponderti io. Il decalogo l’ho scritto qualche annetto fa. Oggi comunque, anche per ragioni nostalgiche, non cambierei nulla.
Può darsi che un vero PM sia difficile da trovare; io però ne ho conosciuti alcuni veramente bravi. Spero capiti anche a te in sorte.
Ho conosciuto anche poche, pochisssime persone coerenti. Tutte ‘single’, spesso sole e non sempre felici. E nessuno le andava cercando. Nessuna di loro faceva il PM.
Sul Vero Amore non so che dire. A 51 anni, forse, sono ancora troppo giovane per riconoscerlo.

Lavoro e Felicità in abbondanza

Enrico

AM 20 Novembre 2012 0:00

Quello che avevo da dire su Enrico Longo l’ho scritto in questo articolo, omettendo colpevolmente una qualità rara. Il coraggio di dire la verità in condizioni difficili, quando i suoi capi si scioglievano come neve al sole.
@Laura questo lo ha intuito.
Ne sono compiaciuto.
A presto leggervi,
Arduino

Lascia ora il tuo commento (* obbligatorio)

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *