t post

Le frasi che ti fanno saltare i nervi. E una domanda…

Già, ci sono frasi che più di altre sembrano suscitare in noi una immediata di irritazione, una stretta allo stomaco che non passa facilmente. Eccone alcune.

Buon ferragosto!

9 Agosto 2017 | di Arduino Mancini Domande, Ascolto, Comunicazione (in)efficace

Ecco i miei auguri, dal rifugio montanaro, con un po’ di anticipo. Sono impegnatissimo a riposare e a liberare la mente, anche in vista di un autunno piuttosto denso di impegni. Ricomincerò a scrivere presto, prestissimo: ti parlerò di libri, film e delle cose che imparo. Vuoi sapere quali?

Come gestire un’obiezione? Sette cose da (non) fare

La scena rappresentata nella vignetta è per te del tutto nuova? Beh, sappi che sei una mosca bianca. Perché?

Tre cose da fare (più una…) quando incontri in riunione una persona di cultura diversa dalla tua

Una delle situazioni che un mondo sempre più piccolo ci chiede di affrontare è l’incontro per ragioni di lavoro con persone di cultura diversa, in cui la comunicazione avviene spesso in lingua inglese fra persone non madrelingua. Le difficoltà che possiamo incontrare sono di tipo diverso, e possono materializzarsi già nella prima riunione. Un esempio?

Quando il tuo collega è un autentico idiota…

… o ti sembra tale, prima di lasciarti andare a giudizi affrettati e, soprattutto, definitivi, fatti tre domande:

Il plagio vincente di Melania Trump

Melania Knavs è una modella slovena (il suo nome germanizzato è Melania Knauss) assurta agli onori delle cronache per aver sposato un uomo politico statunitense, il miliardario imprenditore edile Donald Trump. Come saprai, quest’ultimo è anche il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti d’America. Perché te ne parlo?

Prima di chiedere l’aumento, fatti qualche domanda…

Recentemente un paio di persone mi hanno interrogato circa il modo migliore per chiedere un aumento di stipendio. In entrambe ho letto il desiderio, non esplicitamente formulato, di conoscere la formula magica: quella che ti permette di sederti davanti al capo, avanzare le richieste e vederle approvate. La mia risposta?

Per non assumere uno stipendio da pagare...

Una domanda per non sbagliare nella selezione del personale?

Eccola! A te invece ne faccio un’altra. Quante volte hai visto assumere uno stipendio da pagare, piuttosto che una persona in grado di offrire un contributo sostanziale all’organizzazione?

Due domande per una virgola

8 Marzo 2016 | di Arduino Mancini Domande, Ascolto, Comunicazione (in)efficace

Oggi voglio trasformare una intrigante curiosità, che ieri ho letto per la prima volta su Facebook, in due domande alle quali può non essere semplice rispondere. Vado subito al punto. Anzi, alla virgola…

Scoprire il “gioco” aiuta a smettere di “giocare”

Già, dire in riunione quello che si pensa in merito a situazioni specifiche può essere “antipatico” o addirittura guastare i rapporti: che fare allora?