t post

La mediocrità dell’odio appassionato

25 Novembre 2013 | di Arduino Mancini Costruisci la tua resilienza - Pensiero del mattino

taleb 433

 

Per Taleb

“un odio appassionato (da parte di nazioni e individui) termina per rotazione quando ci si concentra su un altro oggetto di odio; la mediocrità non può mai occuparsi di più di un nemico per volta”.

Da tenere presente nell’affrontare un avversario.

Mediocre, naturalmente.

 

Per approfondire:

 

(No Ratings Yet)
Loading...
Commenti
LOANA 3 Dicembre 2013 0:00

Preferisco la frase nonchè l’impostazione di Charles Baudelaire ,secondo il quale “L’odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari”.

Ribadisco il mio precedente commento a questa frase, che è davvero una perla di saggezza, dovrebbe essere assimilata e trasformata in filosofia di vita per diventare “impermeabili” agli eventi/personaggi negativi e vivere meglio:

“interpreto questa frase nel senso che bisogna valutare molto bene se la persona in questione meriti il nostro odio perche ‘ l ‘ odio comporta un notevole spreco di tempo e di energie.
In effetti certi soggetti in circolazione non meritano nemmeno di essere odiati ma solo una banale indifferenza.
Questa citazione mi e ‘ piaciuta moltissimo ed e ‘ arrivata con un tempismo perfetto in un momento particolare.Grazie Arduino per averla proposta”.

Lascia ora il tuo commento (* obbligatorio)

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *