t post

Quiz – Perché i due fratelli non si parlano?

12 Maggio 2014 | di Arduino Mancini Quiz, Enigmi. Indagini

Quiz - fratello sorella

Ecco un quiz per te,…

… come al solito legato alla strategia che impieghiamo nell’acquisire le informazioni che ci occorrono per risolvere i problemi.

Cominciamo subito!

Giulio siede a un tavolo con un ragazzo e una ragazza, entrambi suoi figli.

Egli parla con ciascuno dei due ed entrambi gli rispondono, ma fratello e sorella non parlano fra loro: la situazione è rappresentata in figura.

Per quale ragione, secondo te?

 

capitale-intellettualeLe regole del gioco:

  • puoi porre domande nei commenti, alle quali farò del mio meglio per dare risposta tempestiva. Non risponderò alle domande poste sui social network;
  • puoi fare più di un tentativo, dando comunque una soluzione per volta;
  • se conosci già la soluzione, o hai già risolto il quiz in altra circostanza, per favore astieniti dal rispondere;
  • alle prime tre persone che daranno risposta positiva invierò gratuitamente una copia del mio libro.

La risposta al quiz (e soprattutto l’analisi delle domande), saranno da me analizzate in un post che pubblicherò alla conclusione.

Buona indagine!

PS: puoi trovare qui la soluzione al quiz.

(No Ratings Yet)
Loading...
Commenti
Giovanna 12 Maggio 2014 0:00

I figli sentono e/o parlano?

Gabriele Tommasi 12 Maggio 2014 0:00

Giulio è troppo autoritario, monopolizza così la discussione e i due ragazzi preferiscono parlare fra loro quando lui non c’è

Roberto 12 Maggio 2014 0:00

Avanzo un’ipotesi macabra…
potrebbe essere che uno dei due figli è cieco e l’altro è sordomuto e il padre usa il linguaggio dei segni con uno e la voce con l’altro?

In caso negativo… la differenza di sesso fra i due è rilevante nella risposta?

AM 13 Maggio 2014 0:00

Prontissimi i commenti al quiz, benissimo :-)!
Rispondo nell’ordine:
– I figli sentono e/o parlano? I figli sentono e parlano;
– Giulio non è autoritario e non monopolizza la discussione. La presenza del padre non influenza il fatto che i due ragazzi non parlano fra loro;
– i ragazzi non sono ciechi o sordomuti;
– la diversità di genere non è rilevante.
Grazie e a presto leggervi,
Arduino

nicola 13 Maggio 2014 0:00

prima ipotesi : glielo ha imposto il padre dunque obbediscono ad un ordine ricevuto.
seconda ipotesi: il padre sta discutendo su qualcosa che li vede entrambi complici .
terza ipotesi: a ciascuno dei figli sta parlando dell’altro

vinc 13 Maggio 2014 0:00

Io ci provo:
Il ragazzo ha fatto una marachella che è “coperta” dalla ragazza, che quindi diventa colpevole.
Nella prima vignetta Giulio sgrida la ragazza, che è imbarazzata e non sa come giustificarsi altrimenti scoprirebbe il fratello e il ragazzo non parla perchè non vorrebbe essere lì (guarda altro, indifferente)
Nella seconda vignetta Giulio si complimenta (sorride) con il ragazzo per non aver fatto la stessa cosa e il ragazzo sorride da ebete, mentre la ragazza lo guarda sbigottita pensando “dopo ti ammazzo”

vinc 13 Maggio 2014 0:00

Ci provo ancora:
Giulio sposta tutto il suo corpo (e anche la sedia) rivolgendosi uno per volta ai ragazzi che entrambi hanno fatto una “marachella”(non mi viene in mente altro!), ma ciascuno accusa l’altro.

rastaman 13 Maggio 2014 0:00

Normalmente i figli parlano tra loro?
Età indicativa dei figli (se è rilevante)
I figli hanno litigato tra loro?
Il padre sta affrontando lo stesso argomento con i figli?
Tra i figli c’è complicità, odio oppure indifferenza?
Nel 1° disegno il padre è arrabbiato, preoccupato oppure altro?
Nel 2° disegno cosa indica l’espressione del figlio?

Roberto 13 Maggio 2014 0:00

Risponderò da padre. Non gli serve si capiscono anche senza parlare.

silvia 13 Maggio 2014 0:00

Salve a tutti, quello che noi vediamo è un’immagine riflessa o ripresa e quindi vediamo tutta la scena mentre i figli non si vedono tra loro e quindi non ne conoscono la presenza.

AM 13 Maggio 2014 0:00

Ecco le risposte.
– Il padre non ha dato ordini, non ci sono forme di coercizione in atto.
– I ragazzi non sono complici, né sono autori di azioni indesiderate.
– L’argomento del quale il padre parla con ciascuno dei figli non è rilevante ai fini della soluzione del quiz.
– Fra i ragazzi non c’è rancore.
– I ragazzi normalmente non parlano fra loro.
– I ragazzi hanno 13 e 15 anni.
– Le espressioni che puoi vedere nella vignetta non sono rilevanti ai fini della soluzione del quiz.
Se ho omesso qualcosa o non sono stato chiaro fatemi sapere.
Grazie e a presto leggervi.
Arduino

valentina 13 Maggio 2014 0:00

è come nelle strutture a piramide: ognuno risponde al proprio capo, ma isolatamente.
i figli sono individualisti, si sentono in competizione, manca la voglia di imparare dalla collaborazione, lo spirito di squadra, il concetto che l’unione fa la forza.
La famiglia è una squadra: il padre probabilmente non favorisce questo spirito di squadra.

    AM 13 Maggio 2014 0:00

    @Valentina.
    Il padre non si oppone alla comunicazione fra il figli.
    Grazie del commento.
    Arduino

AM 13 Maggio 2014 0:00

@Silvia.
Ho costruito la vignetta per aiutare a descrivere la situazione. I ragazzi sono entrambi al cospetto del padre.
Grazie e a presto leggerti,
Arduino

Luca 13 Maggio 2014 0:00

Uno o tutti e due sono figli adottivi?
Se fosse così i figli parlerebbero lingue diverse per cui non potrebbero parlare tra loro.

rastaman 13 Maggio 2014 0:00

potrebbero non parlare tra di loro semplicemente perché hanno urgenza di tornare alle loro occupazioni e quindi si limitano a rispondere al padre perché non possono esentarsi dal farlo

Francesca Cosi e Alessandra Repossi 13 Maggio 2014 0:00

Bisognerebbe chiederlo direttamente ai figli!
Ciao e grazie,
Francesca

Ilaria 13 Maggio 2014 0:00

Hanno entrambi il torcicollo.
Non hanno niente da dirsi.
Stanno messaggiando sotto il tavolo!

Claudina 13 Maggio 2014 0:00

Provo con una domanda: esiste un motivo per il quale si dovrebbero parlare i 2 fratelli?

daniele 13 Maggio 2014 0:00

risposta post sessantottina……il figlio e’ di destra la figlia di sinistra, il padre cerca di salvare il salvabile ma come sempre la politica alza muri…..

Nicoletta 13 Maggio 2014 0:00

I ragazzi non riescono a parlare fra loro quando hanno interessi e caratteri diversi. Se lo fanno rischiano il litigio. Il padre non riesce a togliere questo blocco.

AM 13 Maggio 2014 0:00

Rispondo alle domande.
– I due ragazzi sono figli naturali.
– Non hanno fretta di tornare alle loro occupazioni e non hanno il torcicollo.
– I ragazzi hanno argomenti di discussione e non stanno messaggiando sotto il tavolo.
– Eventuali divergenze politiche non emergono perché i ragazzi non comunicano.
– I due ragazzi parlano lingue diverse.
Grazie per i commenti e a presto leggervi,
Arduino

AM 13 Maggio 2014 0:00

@Nicoletta.
Puoi leggere il mio commento precedente.
Grazie,
Arduino

Vecchi P. 13 Maggio 2014 0:00

Dunque, dato che i due fratelli parlano lingue diverse non riescono a parlare tra loro. Il padre si rivolge a ciascuno nella lingua che il ragazzo o la ragazza capiscono, infatti ciascuno di essi pare sorridere quando il padre gli si rivolge direttamente e comunque è attento a seguire il padre-interlocutore.
Questa mi sembra la spegazione essenziale.
Si potrebbe poi andare oltre e tentare di immaginare cosa il padre dica loro ma scenderemmo su un terreno friabile e le interpretazioni potrebber essere tante e forse infinite.

ortnec 13 Maggio 2014 0:00

I ragazzi sono figli dello stesso padre ma di madri diverse, vivono in paesi diversi e ciascuno parla una lingua diversa, l’unico modo che hanno per comunicare è attraverso il padre che parla entrambe le lingue…

rastaman 13 Maggio 2014 0:00

i ragazzi sono in competizione tra loro?
Hanno litigato con il padre o sono in contrasto con lui?
Si sono messi d’accordo in precedenza per non parlare tra loro?
Sono impauriti oppure distratti per qualche motivo?
Perché normalmente non parlano tra loro (se è lecito chiederlo)?

RIta B. 13 Maggio 2014 0:00

Per caso, i ragazzi devono rispettare delle regole date loro dal padre, secondo le quali è consentito rispondere solo a lui e non devono parlare tra loro?

Anna Maria Tagliati 13 Maggio 2014 0:00

Ciao, Arduino e un saluto a tutti!

Penso anch’io che il motivo della non comunicazione tra i fratelli sia dovuto al fatto che durante la conversazione non sia possibile utilizzare un linguaggio comune, dato che il padre, naturale, probabilmente non ha potuto convivere con entrambi, nati da madri diverse e cresciuti l’uno imparando lingue sconosciute all’altro: di fatto tra loro “sordi”.
Anna

P.S. non concorro per il libro – INTERESSANTISSIMO! 7 STELLE ad Arduino – che già possiedo, ma mi piacciono ‘sti giochetti…

NICOLETTA 13 Maggio 2014 0:00

I ragazzi non comunicano tra loro perché parlano lingue diverse e il padre gli fa da interprete.
Quindi in qualche modo comunicano…

Eduardo 13 Maggio 2014 0:00

Secondo me, il vero problema, non è che i due poveri e logorati fratellini non dialogano fra di loro, quanto papà Giulio che sembra alquanto saccente e logorroico, nel’ ultima vignetta sembra che i fratellini si stiano concentrando entrambi per fargli esplodere la testa. :))

Franka 13 Maggio 2014 0:00

I due fratelli parlano linque diverse e non comprendono la lingua dell’altro; il padre fa loro da interprete.

Franka 13 Maggio 2014 0:00

(“lingue”, ovviamente 🙂 )

AM 13 Maggio 2014 0:00

Bene! Tante risposte. Facciamo il punto.
– Luca, Vecchi P., Anna maria Tagliati, Ortnec, Nicoletta e Franka optano per l’ipotesi delle lingue diverse: del tutto plausibile.
– Rita B avanza l’ipotesi che il padre abbia dato regole. Non è questo il caso.
– Rastman chiede perché non comunicano: rispondere significherebbe risolvere il quiz.
Possiamo fare altre ipotesi, oltre a quella che i due ragazzi parlano lingue diverse?
Come può essersi venuta a creare la situazione?

Vecchi P. 13 Maggio 2014 0:00

Stanno facendo un gioco che consiste nel riuscire a stare zitti e a non rispondere alle “provocazioni” del padre che le prova tutte: una volta si arrabbia di brutto al punto da provocare “onde” attorno a sè ed il figlio fissa un punto sul soffitto per non farsi tentare a rispondere; prova con lusinghe al figlio per far ingelosire la figlia, e via dicendo …

Rastaman 13 Maggio 2014 0:00

Potrebbero non parlare perché non si conoscono, magari vivono in ambiti diversi.

Antonio 13 Maggio 2014 0:00

Per quale motivo sono seduti al tavolo ?

Antonio 13 Maggio 2014 0:00

Di quale argomento sta parlando Giulio ?

Antonio 13 Maggio 2014 0:00

Giulio parla con entrambi dello stesso argomento ?

AM 13 Maggio 2014 0:00

@Antonio. Rispondo alle tua domande.
– Una normale conversazione in famiglia. Potrebbero anche trovarsi su un divano.
– Giulio parla di temi diversi, non necessariamente identici (e non necessariamente diversi…) con i due figli.

Antonio 13 Maggio 2014 0:00

Giulio è Leader e ha catturato l’attenzione con la sua conversazione.

ortnec 13 Maggio 2014 0:00

I ragazzi si conoscono? Sanno di essere fratelli?

Roberto 13 Maggio 2014 0:00

I figli non parlano perché il disegnatore si è dimenticato di disegnarli con la bocca aperta e il segno vibrato della voce.

minim.ale 13 Maggio 2014 0:00

Forse ciascun fratello tace perchè pensa che all’altro non interessi il suo pensiero. Non è rancore ma una sorta di vittimismo. Probabilmente se uno dei due cominciasse a parlare l’altro lo seguirebbe a ruota.
Grazie per il giochino

Davide 14 Maggio 2014 0:00

Pur essendo figli naturali e parlando la stessa lingua, potrebbero avere madri diverse e/o essere cresciuti separatamente, quindi si potrebbe trattare del loro primo incontro: non si sono ancora parlati perché fino ad ora non si conoscevano.

AM 14 Maggio 2014 0:00

@davide. Plausibile.

nicoletta 14 Maggio 2014 0:00

Se parlano la stessa lingua ma fino ad ora non si erano conosciuti i ragazzi non comunicano ancora tra loro perché il padre li sta presentando in quel momento.

nicoletta 14 Maggio 2014 0:00

Se sono figli naturali e parlano la stessa lingua, ma fino ad ora non si erano conosciuti, i ragazzi non comunicano ancora tra loro perché il padre li sta presentando in quel momento.

Antonio 15 Maggio 2014 0:00

I due fratelli non si conoscono, non sanno di essere fratelli, non sanno che Giulio è il loro padre.

ortnec 15 Maggio 2014 0:00

Mi pare di aver letto che i ragazzi non si parlano. Sembra più plausibile l’ipotesi che non si conoscano e parlino lingue diverse rispetto al semplice fatto che non si conoscono ma parlino la stessa lingua.
Alla fine della fiera le ipotesi più plausibili al momento sono tutte incentrate sul fatto che si tratta di figli con madri diverse. Arduino, ripeto la domanda: i ragazzi si conoscono? Sanno di essere fratelli?

AM 15 Maggio 2014 0:00

@ortnec
– mi pareva di aver detto in precedenza che i ragazzi si conoscono e che non parlano la stessa lingua. Scusa il ritardo in ogni caso.
– vero, le madri sono diverse.
– in effetti si conoscono da poco.
A questo punto l’enigma è risolto: domani pubblicherò la soluzione dettagliata e i nomi dei vincitori.
Grazie a tutti per la partecipazione e a presto leggervi.
Arduino

AM 16 Maggio 2014 0:00

Ciao a tutti,
ho pubblicato la soluzione al quiz e l’elenco dei vincitori.
Ciao e grazie per aver partecipato.
A presto leggervi,
Arduino

AM 1 Giugno 2014 0:00

Buongionro a tutti.
Vi informo che ho pubblicato un nuovo quiz.
Volete partecipare?
A presto,
Arduino

Lascia ora il tuo commento (* obbligatorio)

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *