t post

Il tuo capo è un cane nel gestire i collaboratori? Buon per te!

10 Maggio 2015 | di Arduino Mancini (S)management delle Risorse Umane

Non ci credi?

Allora guarda il video poi rispondi alla mia domanda:

preferiresti forse che fosse un gatto?

(No Ratings Yet)
Loading...
Commenti
Cesare 19 Maggio 2015 0:00

Ok, il primo impatto è che tutti vorremmo un capo “cane” – ma è sempre vero?
Un capo è un po’ come un genitore – in fase iniziale è utile uno che ti incoraggia e ti accompagna, ma deve poi anche sapersi staccare e farti lavorare, decidere e rischiare da solo; certo, magari senza buttarti dalla scala lui come questo gatto, ma anche senza essere troppo “chioccia” o i collaboratori non cresceranno mai (se sono insicuri) o si stuferanno di averlo addosso (se sono tipi indipendenti)…

AM 21 Maggio 2015 0:00

Condivisibile Cesare.
Di fatto il cane non è troppo chioccia, ma non dà la pedata al cucciolo rischiando di fargli del male. E il cucciolo che impara vuole diventare indipendente.
Grazie del commento e a presto leggerti.
Arduino

Lascia ora il tuo commento (* obbligatorio)

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *