t post

Chi non ti apprezza non ti merita. Forse è vero, ma…

4 Aprile 2016 | di Arduino Mancini Lodi, Cazziatoni, Feedback

chinontiapprezza
… chi non ti apprezza può esserti molto utile: vediamo perché.

Hai mai vissuto lo stato d’animo della protagonista della vignetta?

In passato sono spesso caduto nella stessa trappola; poi, pian piano, ho cominciato a imparare ad evitarla.

Come?

Impiegando tecniche di ristrutturazione, che permettono di osservare la situazione da uno o più punti di vista, portando alla luce aspetti che altrimenti passerebbero inosservati: e che possono rivelarsi utili, molto utili.

Complicato? Meno di quanto si possa pensare.

Nel caso specifico abbiamo una persona che si limita a subire l’atteggiamento di “quelli che hanno sempre da ridire”, mentre il collega la invita a considerare che “poche persone posso esserti più utili di quelle che non apprezzano il tuo lavoro”.

Quando affrontiamo situazioni difficili proviamo a porci alcune domande:

  • e se le cose fossero diverse da come appaiono?
  • quali aspetti posso aver trascurato?
  • la situazione può presentare anche aspetti positivi, diversi da quelli immediatamente visibili?
  • quali sono i vantaggi che posso ottenere da questo stato di cose?
  • e altre ancora.

Nella situazione descritta nella vignetta la protagonista, superando il bruciore della critica, potrà scoprire che chi non apprezza il suo lavoro l’aiuterà a portare alla luce aree di miglioramento che i suoi estimatori potrebbero tacere.

E a diminuire il consumo di bicarbonato.

Non credi?

Se vuoi approfondire il tema leggi questo libro.

(No Ratings Yet)
Loading...
Lascia ora il tuo commento (* obbligatorio)

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *