t post

Che differenza c’è fra un sapiente e una spiga di grano?

La testa del sapiente

Ora dimmi:

ti convince Montaigne?

Cosa ne pensi?

(No Ratings Yet)
Loading...
Commenti
Tiziana 14 Aprile 2016 0:00

Praticamente Montaigne si riferisce ai venditori di fumo, che sanno poco o nulla di tutto, ma sono bravissimi a spacciarsi per teste colme di sapienza ed esperienza.
Personalmente ne conosco parecchi e guardacaso lavorano tutti nel settore pubblico dove questa dote è richiesta nel curriculum come percorso di studi o esperienza lavorativa!
La sapienza vera non esiste perché è impossibile sapere tutto di tutto….il sapiente è colui che analizza, sintetizza e acquisisce conoscenza di qualunque genere…e ha il dono di volerla utilizzare per aiutare il mondo senza paura o vergogna di piegare la testa
sotto il suo peso. E’ solo il mio modesto parere…buona giornata!

AM 18 Aprile 2016 0:00

Ciao Tiziana,
più che condivisibile la seconda parte del tuo commento.
Sarei meno severo sui dipendenti pubblici nel loro complesso, anche se capisco che esperienze negative possano portare a gneralizzare. Grazie del commento e a presto leggerti.
Arduino

    Monica 22 Giugno 2017 0:00

    Secondo me la categoria dei sapienti è equamente distribuita in tutti i settori della nostra esistenza…lavorativi e non…forse il frutto di una società nella quale importante è sembrare…per essere ci vogliono impegno, fatica e azioni…

Lascia ora il tuo commento (* obbligatorio)

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *