t post

Un metodo per non avere responsabilità nella selezione del personale

1.8

Molti hanno letto il mio post circa la selezione del personale attraverso il segno zodiacale sorridendo, altri addirittura ridendo a crepapelle.

Non pochi, invece, ci hanno visto pezzi di vita reale, e da ridere non ci hanno trovato proprio niente.

Una lettrice mi invia il collegamento alla lettera, già indirizzata alla rubrica gestita da un noto giornalista, della quale pubblico, autorizzato, un ampio stralcio.

Vogliamo raccontarti dell’ultima frontiera del colloquio di lavoro, settore commercio.

Tralasciamo di tediarti con la precarietà del lavoro e con la quasi schiavitù delle commesse, della quale categoria facciamo parte da 25 anni, mentre vogliamo soffermarci sulle odierne tecniche di selezione del personale.

Recentemente abbiamo sostenuto qualche colloquio presso alcune aziende, anche di rilevanza nazionale.

Ebbene, ci aspettavamo domande serie relative alla nostra professionalità, all’anzianità di servizio, alle nostre aspirazioni, magari alla conoscenza di qualche lingua straniera.

Invece, ahinoi, in più di un’occasione ci siamo sentite domandare: «Scusi, ma lei di che segno è?  Sa, è importante».

«Roberta, capricorno».

Si è sentita rispondere che il suo segno è fonte di problemi, perché troppo testardo.

Elena (io), cancro: «Ha un segno ricco di polemica e permalosità».

Morale: le faremo sapere.

Visto che sei uomo di mondo e di persone ne conosci tante, non avresti qualcuno in grado di rilasciarci un certificato, ovviamente falso, con il segno zodiacale perfetto?

Scherzi a parte, ci rivolgiamo a te certe che né tu né la tua vasta platea abbiate versato il cervello all’ammasso del Grande Fratello, sperando che magari, sentendone parlare, qualcuno riesca ancora a vergognarsi.

Vogliamo solo lavorare. Seriamente. Come abbiamo fatto finora.

Elena.

Un anonimo mi scrive che in un noto marchio di abbigliamento l’impiego del segno zodiacale è prassi.

Qualche chiacchiera con clienti e amici che si occupano di personale mi conferma che siamo di fronte a un fenomeno molto più ampio di quanto il buon senso lasci presagire.

Una soluzione?

Suggerisco – a quanti si illudono che gli utili si facciano con persone competenti – di licenziare quelli del personale, paghe escluse, e di sottoscrivere l’abbonamento a un buon servizio di oroscopo.

Costa meno, non sbaglia e soprattutto permette di eliminare le responsabilità nei risultati di selezione.

Sei di diverso avviso?

 

Trovi il post anche nel libro Palmiro e lo (s)management delle Risorse Umane – Tattiche di sopravvivenza aziendale.

(No Ratings Yet)
Loading...
Commenti
Anonymous 28 Marzo 2010 0:00

….SONO SEMPRE IO, QUELLA DELL'OROSCOPO: UN AMICO E' ANDATO A FARE UN COLLOQUIO…. FUORI DALLA PORTA DEL NEGOZIO!!!!!!!!!!!! NON L'HANNO NEMMENO FATTO ENTRARE…. CHE ALTRO AGGIUNGERE??????
CORDIALMENTE.
ELENA

Lascia ora il tuo commento

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *