t post

Cosa pensava Confucio delle donne?

16 Marzo 2011 | di Arduino Mancini Meglio le donne o gli uomini? - Pensiero del mattino

Non dobbiamo temere la diversità di pensiero, anche quando le differenze si palesano con una persona che gode della nostra stima e del nostro rispetto, morale e intellettuale.

Avrete tutti capito che ho grande ammirazione per il pensiero di Confucio, il quale aveva le sue fondamenta nell’etica personale e politica, nella correttezza dei rapporti sociali, nella giustizia, nel rispetto dell’autorità familiare e della gerarchia, nell’onestà e nella sincerità.

Tuttavia, di Confucio non posso fare mia la convinzione misogina che lo portava ad affermare: “Ci sono due categorie di persone con le quali non è mai facile intendersi, gli uomini dappoco e le donne“.

Nel suo tempo alle donne era concesso solo di accudire i figli e la casa, passando dall’autorità del padre a quella del marito o del fratello più grande, o addirittura a quella del figlio maggiore: finivano cioè sempre per dipendere da una figura maschile alla quale dovevano indiscussa obbedienza.

Possiamo per questo giustificare il pensiero di Confucio circa le donne?

La citazione è ripresa dal libro Confucio, il libro delle massime.

(No Ratings Yet)
Loading...
Commenti
dario lodi 27 Maggio 2011 0:00

Non solo Confucio era contro le donne, anzi vorrei vedere chi era a loro favore. Le donne, si sa, hanno ricevuto un po’ di considerazione solo a partire da fine ‘800. La cosa si spiega, penso, con il concetto “fisico” dell’esistenza. Il fisico dell’uomo è indubbiamente superiore a quello della donna (ma in fondo, poi, è più fragile, ma dopo). La pessima interpretazione della teoria di Darwin ha ratificato questo riferimento fisico. Ma Darwin intendeva l’evoluzione nella sua complessità, chiamando in causa prima di tutto il cervello. Si evolvono meglio coloro che lo usano, tanto per essere brutali, non chi usa solo i muscoli. Confucio non lo sapeva nè voleva saperlo in quanto aveva trasformato psicologicamente il potere fisico in potere totale, dunque anche intellettuale. Era l’accettazione di una mentalità appartenente al passato preistorico. Il suo pensiero andrebbe modernizzato, ossia metaforizzato e storicizzato. Certo non giustificato.

AM 27 Maggio 2011 0:00

Ciao Dario,

apprezzo molto il tuo commento, che inquadra Confucio in una prospettiva storica e sociale che ci aiuta a capirlo.

Peraltro, Confucio è uno dei pensatori dei quali tendiamo ad assorbire tutto e ad approvare il pensiero, spesso in forma di citazioni, ancor prima di averlo ascoltato.

Il fine di questo breve articolo è proprio quello di riportarlo a terra, fra quelli che non hanno sempre ragione (ma ce ne sono?).

Grazie del commento e a presto leggerti

Arduino

Paola 7 Settembre 2011 0:00

Ciao Arduino,
Le massime di Confucio sono senza autorevoli, ma non aderenti ai nostri tempi!
Mi piace leggerle e le apprezzo, ma al tempo stesso le confuto come quella riportata nel tuo articolo a proposito delle donne!
D’altronde quante persone di spicco dicono “castronerie” e noi le accettiamo… almeno Confucio è stato un pensatore DOC:-)

A presto
Paola

AM 7 Settembre 2011 0:00

Ciao Paola,
confesso di non nutrire grosse simpatie per Confucio, e una delle ragioni è senza dubbio la sua misoginia. Il criterio che seguo nel pubblicare i post non è quello di scegliere persone ma i pensieri, quello che può aiutare a trovare spunti di riflessione o addirittura soluzioni. Non credo che troverò mai qualcuno con il quale condividere pienamente ogni pensiero e ogni preferenza: e nemmeno mi interessa. Di Confucio scarto la misoginia e la puzza sotto il naso, mentre abbraccio l’etica politica. Quanto alle castronerie pronunciate dalle persone di spicco beh, ricorda che https://www.tibicon.net/2009/11/sotto-lacqua-il-cemento-spero.html
A presto leggerti,
Arduino

Paola 7 Settembre 2011 0:00

Ciao ancora,
non era mia intenzione buttare al macero il povero Confucio… forse non sono stata abbastanza chiara.

I pensieri di Confucio vanno letti a seconda dello stato d’animo e quindi farli propri… tutto qui!

Io continuerò a leggerli e a farli miei… e tu continua a pubblicarli!
Cordialmente
Paola

Alessandro 26 Dicembre 2011 0:00

Confucio non dice che le donne sono come uomini di poco conto, dice che con queste categorie di persone e difficile intendersi!
Come si fa, mi chiedo a “Confutare” “Confucio”?

Claudia 29 Dicembre 2011 0:00

…Nota a favore del “povero” Confucio: molto di cio che viene dall’Oriente e’ leggibile da piu prospettive, e dalle diverse prospettive acquista differenti significati ; la loro cultura , peraltro mooooolto piu vecchia della nostra, spesso esprime dei concetti che vanno letti e interpretati.
Personalmente ho compreso poco di cio che ho letto ….Ma una cosa che ho percepito e’ che se rileggevo una stessa frase per la seconda volta aveva sfumature che la prima volta mi erano sfuggite.
Qui mi trovo d’accordo con Alessandro , in questa frase penso che Confucio volesse presentare le donne come esseri complicati , non di poco conto.
Saluti

AM 30 Dicembre 2011 0:00

Devo dire che, leggendovi, anche chi non è abituato ad avere a che fare con la complessità ci si abitua.
Grazie.

silvia 2 Gennaio 2012 0:00

Salve a tutti e buon anno.
mi sento di intervenire perchè questo è un tema che ho molto a cuore.
L’idea di Confucio sulle donne è chiara e, a mio avviso ,non da spazio ad interpretazioni:la donna è stupida, è un essere inferiore, è destinata ad essere sottomessa all’uomo.
Salvo Confucio solo perchè parliamo di tanto tempo fa, oggi nessuno sopratutto la nostra economia puo’ permettersi di pensarla cosi.
Vorrei parlare del governo Monti,forse qualcuno si è accorto di noi donne:….”di quel “capitale umano femminile inattivo, di questa grande risorsa sprecata, che non possiamo permetterci di ignorare”
Non voglio parlare di pensieri antichi ma di queste parole che mi fanno sentire bene, donandomi grande speranza per il nuovo anno
per la prima volta sento parlare in modo serio di settimane corte, flexi-time, telelavoro,congedi parentali ecc.
la famosa agenda D, nonostante gli aumenti delle tasse, rende questo governo, ai miei occhi, speciale.
ciao a tutti

AM 2 Gennaio 2012 0:00

Grazie del commento Silvia.
Aspetto il governo Monti a prove di fatto.
Torna spesso, mi raccomando.
A presto leggerti,
Arduino

Rolando Dubini 19 Aprile 2015 0:00

Totalmente d’accordo con Confucio. Chi dice il contrario ama le discussioni inutili e inconcludenti. D’ altra parte la presente discussione ne e’ la controprova.

AM 20 Aprile 2015 0:00

Ciao Rolando,
benvenuto fra noi. Il tuo commento è molto interessante. Poiché credo che le discussioni “inutili e inconcludenti” possano essere produttive ho deciso di farti un paio di domande:
– come sei arrivato qui?
– cosa ti ha spinto a lasciare un commento?
A presto leggerti,
Arduino

matilde baroni 28 Febbraio 2016 0:00

-Ogni volta che si scrive qualcosa è bene precisare se riguarda tutti e tutte o solo i maschi.Leggendo le frasi di Confucio se nion si fa questa distinzione non si capisce di chi parlava e a chi si stesse rivolgendo e cioè solo ai maschi. E’ normale per quell’epoca ma oggi è bene sempre specificare.Sarà opportuno qualche storica magari un po’ femminista scriva qualcosa in proposito,Matilde

LadyLuna 28 Aprile 2017 0:00

Salve a tutti, sono pervenuta qui perché di tanto in tanto vado a vedere sul web che si dice di questo o quel filosofo, a livello di commenti (e non tanto magari studi accademici scritti da un singolo).
Confucio è stato misogino, come tanta cultura cinese che promuoveva anche la deformazione dei piedi femminili. Indubbiamente Lao Tzu lo era di meno, anzi forse quasi per nulla rispetto a Confucio (difatti tra i due mi piace di più Lao Tzu). Detto questo, però, anche nella nostra “filosofia e teologia cristiana” non sono mancate frasi misogine a dir poco scandalose e orripilanti, come considerare le donne inferiori, o persino errori di creazione. Anche l’islam ha detto cose misogine contro le donne, così come la cultura greca classica.
La misoginia era (ed è ancora) diffusa a 360 gradi in tutte le culture. Purtroppo credo che nasca dalla paura spesso inconscia dell’uomo verso la donna, per cui si “affossa” la donna per tentare di sentirsi migliori e superiori. Interessante chi faceva notare che Confucio disse così perché assolutizzava la forza fisica (che ovviamente è prerogativa soprattutto del maschio) come unico valore di superiorità. Forse sì, questo spiega la misoginia di Confucio e può spiegare perché abbia detto così. Comunque non credo che le povere cinesi di allora avessero modo di sviluppare granché la forza fisica. Credo che lo sport fosse vietato alle donne, e fossero segregate in casa e avessero a malapena il diritto di alzarsi a camminare. Forse solo le contadine avevano un’autonomia fisica più decente, anche se sempre subordinate al marito o alla povertà.

Grazie per la discussione! Un saluto a tutti 🙂

Lascia ora il tuo commento (* obbligatorio)

Nome *
E-mail *
Sito Web
Commento *