t post

Cosa c’è dietro il disprezzo? Ecco un modo per scoprirlo

13 Aprile 2015 | di Arduino Mancini Costruisci la tua resilienza - Pensiero del mattino

Stamattina voglio leggere con te una riflessione tratta dal libro Cattivi pensieri dello scrittore, poeta e aforista francese Paul Valéry.

Il mondo andrà avanti, anche quando non sarai più in sella!

11 Marzo 2015 | di Arduino Mancini Pensiero del mattino - Ritirarsi con (in)successo

Stamattina ho deciso di proporti questo passo di Madame de Staël, tratto dal romanzo Corinne.

La felicità intermittente

21 Novembre 2014 | di Arduino Mancini Costruisci la tua resilienza - Pensiero del mattino

Mi imbatto spesso in persone che appaiono serene e che non sembrano avere grandi ragioni per essere scontente  della propria vita. Eppure, quando il discorso si sposta sulla loro soddisfazione a proposito del momento che stanno vivendo, trovano immancabilmente buone ragioni per lagnarsi. Eugenio Montale descrive mirabilmente questo stato d’animo, che definisce di “felicità intermittente”. […]

Ecco una cosa che mi spaventa!

12 Novembre 2014 | di Arduino Mancini Domande, Ascolto, Comunicazione (in)efficace - Pensiero del mattino

Qualche giorno fa mi sono imbattuto in una “scheggia” di Giovanni Papini. Stai a sentire.

Identikit di un adulatore

4 Novembre 2014 | di Arduino Mancini Mentire Calunniare Adulare - Pensiero del mattino

Ascolta queste parole di Balzac.

Una definizione di burocrazia.

10 Ottobre 2014 | di Arduino Mancini Management e Smanagement - Pensiero del mattino

  Ce la offre Luigi Einaudi in PREDICHE INUTILI..

Chi comanda, chi serve, chi briga.

2 Settembre 2014 | di Arduino Mancini Pensiero del mattino

In un passo delle Ultime lettere di Jacopo Ortis Ugo Foscolo scrive:

L’ineguagliabile velocità della critica

  Ho una domanda per te.

Perché la satira è indigesta?

5 Luglio 2014 | di Arduino Mancini Fare il (e la) leader, che fatica… - Pensiero del mattino

Plausibile secondo te…

Perché molti uomini di potere ci appaiono tanto poco adeguati?

Perché in molto casi si tratta di parvenu. Ma chi è un parvenu?